Alla mostra “Sogno, quindi sono 2.0” Caterina Arciprete espone alcune illustrazioni tratte dal libro d’artista Senza corpo/Shapeless.

Biografia

Nata a Napoli studia all’IED (Istituto Europeo di Design) di Roma dove insegna dal 2000 al 2002 progetto e immagine editoriale. Nel 1997 pubblica il suo primo libro come scrittrice e illustratrice con Electa Mondadori poi lavora per editori vari: Artebambini, Skirà, Giunti.

La sua arte prende poi differenti forme e partecipa a diverse mostre collettive nazionali e internazionali: The Etabeta Project – D’Ars Gallery Milano (2007); Barbie and the China Dolls – CVB Gallery, Beijing (2007); The Flag – NYArts Gallery, Beijing (2008); Proposte per una collezione – Villa Di Donato, Napoli ( 2009); Latitude 34 /40 – LA art core, Los Angeles ( 2010), TSB festival, New York (2011), Harlem festival Art NY (2013), Luchef D’autore – Bin event: Romeo hotel Napoli, Food Eyes– Bin event: Denver showroom, Milano (2014), Convivium – Bin event: Pan museo arti di Napoli (2015).

Il suo lavoro in USA ha inizio nel 2006 con la mostra L’occhio di Napoli – Reg. Campania di New York e Jefferson Institute di Philadelphia e oggi continua con collaborazioni trasversali. Ultima la limited edition art presentata alla fashion Week 2015

Altre mostre personali: : Infinito – Zabo Gallery, Naples (2005); C’era una volta una Regina – Castel S. Elmo, Napoli (2006); In the Kingdom of Black Silence- Reg. Campania, New York e Trip Gallery, Napoli ( 2007); Inside -Villa Doria, Napoli (2009); About us – Domus Artis Gallery, Naples ( 2010); L’anima vestita – PAN museo, Napoli (2010); Unveiling your sea – Tunnel Borbonico , Napoli e Dumbo Art festival, New York (2012), La piuma sull’occhio- libro e mostra Raro Design, Napoli (2012), Take Away – Capricorno Gallery, Capri (2013), Transition point – . video istallation Castel Dell’Ovo e mostra _Skyhouse, Napoli (2015); Senza Corpo-mostra e presentazione libro d’artista- Rari Nantes, Napoli (2015).

Attualmente lavora come artista e art director della piattaforma internazionale BIN e consultant art per il Bin magazine. Il suo ultimo lavoro di video Art TRANSITION POINT è stato inserito nel sito Expo2015 come eccellenza italiana.