L SOGNO È UNO SPAZIO DIFFUSO, NEL QUALE “L’ALTRO” È ANCORA POSSIBILE. E’ UN LUOGO NON LUOGO, NEL QUALE INIZIO E PROSIEGUO SI INCONTRANO. IL SOGNO RACCOGLIE, RIMESCOLA LE CARTE, RITROVA CIÒ CHE SI È PERSO E CIÒ CHE DI NOI NON ABBIAMO ANCORA CONOSCIUTO. IL SOGNO È LA METAMORFOSI, IL CAMBIAMENTO, L’IPOTESI, CHE NELLA VEGLIA SI CIRCOSCRIVE E SI CONCRETIZZA IN CIÒ CHE ACCADE. IL SOGNO RACCOGLIE NEL SUO CONTINUO E INFINITO FLUIRE LA SOMMA DI TUTTO CIÒ, CHE È LA NOSTRA MEMORIA. AL SUO PANIERE ATTINGIAMO QUANDO COSTRUIAMO IL RACCONTO DI NOI. E’ QUI NEL SUO IERI CHE NASCE IL DESIDERIO DI UN OGGI E UN DOMANI. LA CONSAPEVOLEZZA DI POTER DIRE CHE SIAMO STATI.

Mariacristina Eidel (articolo scritto l’autunno di 2015)

Dopo un anno di successi, gli Amici del Granaio e la mostra “Sogno Quindi Sono” lasciano il Granaio di Santa Prassede e atterrano in Via Morgagni 41 al Roma Room Hotel, per conquistare un nuovo quartiere di Roma, Policlinico/Piazza Bologna. Lo spazio espositivo è diverso, ma non meno affascinante, un luogo tutto da scoprire e arricchire con la filosofia che ci ha ispirato a tutt’oggi. Il nostro intento è quello di fare incontrare arte e ospitalità per rendere un albergo, luogo di passaggio per eccellenza, un posto dove poter dialogare, creare e fermarsi il giusto tempo per contemplare arte e bellezza. La mostra “Sogno Quindi Sono” continuerà dunque in una formula 2.0.

Ogni luogo ha la sua anima, che si impone, e dunque il percorso dovrà rispondere a nuove sfide, dandoci la possibilità di confermarci anche in quest’occasione per ciò che desideriamo essere: un laboratorio vivo. La mostra, inoltre, è arricchita di nuovi artisti e di nuovi pensieri. I nostri incontri con scrittori, autori, registi e artisti continuano.

Il Roma Room Art Hotel è un meraviglioso palazzetto d’epoca, con un cortile esterno alberato che durante le belle giornate ci darà modo di esporre anche all’esterno. Dispone di una cappella decorata con una splendido mosaico realizzato nel giugno 2001 dall’Atelier del CENTRO STUDI E RICERCHE EZIO ALETTI diretto da p. Marko Rupnik. Siamo partiti proprio da lì l’estate del 2014, con la rassegna “Amore sotto le stelle”. Fu allora che abbiamo deciso di mettere a reciproca disposizione le nostre diverse e molteplici risorse artistiche e sommare i nostri linguaggi, animati dal profondo desiderio di dare insieme nuovo spazio alla bellezza e al pensiero. Molti amici si sono aggiunti in quest’anno di cammino.

Dalla concreta esperienza delle due esposizioni realizzate al Granaio di Santa Prassede “Le ragioni dello Sguardo”e “Sogno, quindi sono”, sono nati i nostri oggetti d’autore e l’Atelier del Granaio, con la sua filosofia di coniugare attraverso le sue creazioni funzionalità, unicità e bellezza.