La quinta essenza nella fisica greca è un quinto elemento che si aggiunge, con caratteristiche peculiari, ai quattro elementi (terra, acqua, aria, fuoco), è l’etere. Cristina Eidel e Alessandro Arrigo hanno voluto identificarlo con il concetto della luce. La luce come forma di “illuminazione” ma anche di principio di vita e di moto e quindi anche di volo. II “volo” è una costante nei lavori di Arrigo e di Eidel. Da anni, insieme e in maniera singola, Arrigo e Eidel hanno realizzato opere e lavori che prendevano spunto dalla necessità della costante diversificazione nell’osservare le cose intorno a loro. Le lampade ideate da Cristina Eidel e montate in collaborazione artistica con Sandra Natalizi, sono dei piccoli racconti poetici.

Lo studio dei colori conferisce alla luce un’atmosfera che ricorda le lanterne giapponesi. Nelle illustrazioni di Alessandro Arrigo una costante è la scoperta di un modo onirico legato al muoversi nell’aria. La sua ultima ricerca artistica legata al “toccare” le sue illustrazioni per illuminarle, serve ad eliminare il distacco fra il pubblico e l’opera.

Dal 2014, Eidel e Arrigo, lavorano in progetti comuni che hanno dato luce per Atelier del Granaio, alla realizzazione di camere d’autore ed allestimenti con opere originali per alberghi d’arte creando così delle vere e proprie installazioni artistiche e creando bellezza ed armonia nei luoghi di passaggio.
Le opere in mostra a Roma a settembre nella Galleria “Il Laboratorio” in via del Moro 49 a Trastevere per  “La Quinta Essenza” e a cura di Oriana Picciolini, si ispirano all’estetica anglosassone delle Arts and Crafts ma anche allo stile giapponese ukiyo-e, rielaborandola e sintetizzandola in una chiave moderna.

La luce come forma di dialogo fra le lampade di Cristina Eidel – piccoli racconti poetici dove lo studio dei colori conferisce un’atmosfera che ricorda le lanterne giapponesi – e le illustrazioni di Alessandro Arrigo che, in alcuni casi, dovranno essere letteralmente “toccate” per essere viste.

Il giorno dell’inaugurazione della mostra “La Quinta Essenza” sarà presente con i suoi paesaggi sonori Baruffetty (Michele Baruffetti). Incastri ritmici e atmosfere sonore legate ai lavori esposti. Si trattaa di una sua personale interpretazione del concetto di colore e luce che sarà riproposta anche durante i giorni successivi.

Alessandro Arrigo

Grafico e Illustratore lavora nel mondo della comunicazione come creativo. Ha collaborato per la realizzazione di multivisioni e video arte legate all’inaugurazione di mostre ed eventi pubblici; ha realizzato la grafica e le illustrazioni per alcuni programmi della RAI. Alla fine degli anni novanta ha lavorato per Tin.it – Telecom Italia per l’ideazione e la realizzazione di grafica di supporto per il sito web e in seguito per il portale Virgilio.it. Ha lavorato e collabora con gli Uffici di Comunicazione di enti pubblici e privati per la realizzazione di immagini coordinate, ha collaborato con Action Aid, ha realizzato per l’Atelier del Granaio con Cristina Eidel stanze d’autore per Alberghi e B&B d’arte, ideando lampade e oggetti d’arredo. Collabora con musicisti e scrittori per le copertine dei loro lavori. Ha partecipato a mostre personali e collettive in Italia e all’estero (Parigi, Barcellona, New York, Londra). Nel 2011 per i 150 anni dell’Unità d’Italia, ha esposto nel comune di Ceveteri, Kaleidoscopio Italia, una serie di disegni e illustrazioni sulle eccellenze d’italia, ha esposto al Granaio di Santa Prassede la sua installazione “La Trasparenza di un Fantasma” come supporto alla mostra “il Fotografo Fotografato”. Ha partecipato alla Biennale del libro d’artista a Napoli a Castel dell’Ovo nel 2017. Con la Tevere Art Gallery di Luciano Corvaglia ha partecipato a una mostra fotografica ad Arles nel 2017. Nel 2018 ha firmato con una sua illustrazione la prima copertina della rivista d’arte The 7th continent Art .

www.arrigodesign.it

Cristina Eidel

Fotografa, grafico e giornalista (nata a Roma nel 1967) ha collaborato come corrispondente da Roma per varie testate giornalistiche tedesche. Nel 2015 ha fondato insieme ad Alessandro Arrigo e Kostas Papaioannou l’Atelier del Granaio, alla ricerca di spazi per dar vita al dialogo e incontro tra artisti e tra questi e il pubblico. Il Granaio di Santa Prassede è diventato così un moderno salotto dove organizzare eventi di carattere  culturale e creativo. Come curatrice ha realizzato nel 2015 la mostra Fotografica “Le Ragioni dello Sguardo e il Fotografo Fotografato” al Granaio di Santa Prassede e nel 2016 la mostra “Sogno, quindi sono. Il Sogno come luogo di costruzione del Se”, in due edizioni 2016 e 2017. In quegli anni nasce dal desiderio di personalizzare oggetti e rivalutare le arti applicate il progetto Qi. In questo ambito come grafica ha ideato per l’Atelier del Granaio e in collaborazione con Alessandro Arrigo i complementi d’arredo di alcuni alberghi e B&B in Italia. Il desiderio di raccontare e creare bellezza attraverso oggetti d’arredamento, gli fa scoprire la luce, come nuovo mezzo d’espressione. Dal 2015 inizia così la collaborazione artistica con Sandra Natalizi di Armonie D’Arredo per lo sviluppo e la realizzazione di lampade e complementi d’arredo.

Alessandro Arrigo, Cristina Eidel, Oriana Picciolini

Oriana Picciolini

Si occupa di ideazione e realizzazione di mostre d’arte, pittura, scultura, fotografia, congressi, eventi privati ed aziendali a livello nazionale ed internazionale.

Dirige Eudaimonia Event associazione di promozione artistica che opera nel settore della cultura sostenendo e sviluppando progetti artistici in diversi ambiti disciplinari: arti visive, fotografia, performing e video art, design, food, moda.

selezione.eude@gmail.com

Baruffetty (Michele Baruffetti).

Transcodifica è la parola chiave nel processo creativo di Baruffetty. Da immagini a suoni e da suoni ad immagini è l’attuazione più comune. L’elettronica e i campionamenti, gli incastri ritmici e le atmosfere che si dilatano ove necessario, sono sovente la sua concretizzazione. Altri capitoli sulle personali ossessioni riguardano l’improvvisazione sonora legata al concetto di “qui ed ora”, nonché l’aspetto medianico della musica, nella sua possibilità di aprire porte su mondi e luoghi considerati ormai morti e dimenticati.

“La Quinta Essenza”
Alessandro Arrigo – Cristina Eidel
A cura di Oriana Picciolini

11-17 settembre 2018
Il Laboratorio Art Gallery – via del Moro, 49 – Roma (Trastevere)
inaugurazione martedì 11 settembre 2018 ore 19:00

Orari e programma

Opening

martedì 11 settembre ore 19.00

ore 19.30: Performance sonora di Michele Barrufetty

ore 21.30: Performance sonora di Michele Barrufetty

Orari di apertura e successivi eventi

Mercoledì 12 settembre e giovedì 13la mostra sarà visibile dalle 16.00 alle 22.00

Venerdì 14 settembrela mostra sarà visibile dalle 16,00 alle 23,00

Finissage

sabato 15 la mostra sarà visibile dalle 16,00 alle 23,00

Con la partecipazione di Caffé Galeotto. Sarà possibile assaggiare il café prodotto nell’Istituto penitenziario di Rebibbia.

ore 19.30: Performance sonora di Michele Barrufetty

ore 21.30: Performance sonora di Michele Barrufetty

domenica 16 settembrela mostra sarà visibile dalle 16.00 alle 22.00

Con la partecipazione di Caffè Galeotto. Sarà possibile assaggiare il caffè prodotto nell’Istituto penitenziario di Rebibbia.

Errata corrige

La mostra terminerà domenica 16 settembre e non lunedì 17 settembre come indicato nella locandina. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il numero 3488375485

Si ringraziano

L’Atelier del Granaio ringrazia Sandra Natalizi- Armonie D’Arredo per l collaborazione artistica nel montaggio delle lampade.

Dal 2015 Cristina Eidel e l’Atelier del Granaio collaborano con Sandra Natalizi allo sviluppo e alla realizzazione di lampade e complementi d’arredo. La sua vasta conoscenza di tecniche e materiali, frutto dell’esperienza di anni di lavori unita alla sua curiosità e creatività la porta a spingersi verso sempre nuove idee e soluzioni. La comune idea di dare nuovo spazio alla personalizzazione degli oggetti d’arredamento e alle arti applicate vede nascere così una fruttuosa unione tra Armonie d’Arredo e L’Atelier del Granaio al fine di concretizzare l’idea di fare della luce un mezzo d’espressione.

Sandra Natalizi lavora dal 1985 come arredatrice. In quell’anno apre il suo negozio e laboratorio Armonie D’Arredo a Viale Somalia. Ha collaborato con la Mediaset e ha realizzato l’area ristoro del Bioparco. Arreda la residenza privata dell’ambasciatore della Libia a Roma, nonché abitazioni private in Italia, a Montecarlo e in Svizzera. Tra i suoi clienti ci sono ristoranti di grandi chef e minori a Roma. Per due anni dirige il laboratorio di tappezzeria del carcere femminile di Rebibbia. Dal 2015 l’architetto Silvia Consani diventa parte integrante di Armonie D’Arredo.

sito web: armoniedarredo.eu

Caffè Galeotto

Il Caffè Galeotto è un prodotto solidale lavorato e confezionato nella torrefazione situata all’interno dell’Istituto Penitenziario di Rebibbia da ragazzi detenuti, che hanno avuto la possibilità di essere formati per lavorare in un progetto di re-inclusione sociale. Silvia Consani, romana, architetto, ne cura l’immagine e il marketing, in particolare verso i social network  e si occupa della vendita e della distribuzione di Caffè Galeotto. E’ animata e spinta dall’idea di promuovere un prodotto di alta qualità fatto da persone, che hanno il desiderio di dare una svolta alla loro vita, in particolare in una situazione percepita da molti come tabù. Caffè Galeotto è insieme un’esperienza e un progetto e ha visto, dalla sua nascita, una continua evoluzione. Nel 2015 dal forum “Terzo Settore Lazio” al progetto Caffè Galeotto è stato conferito il “premio Formica”.

Sabato 15 settembre i visitatori della mostra “La Quinta essenza” alla Galleria Il Laboratorio, via del Moro 49 potranno assaggiare e conoscere il Café Galeotto.

L’Atelier del Granaio ringrazia la tipografia Pubblilaser per la stampa del Canvas delle lampade

https://www.pubblilaser.it/

The Quintessence (“ La Quinta Essenza”)

Alessandro Arrigo – Cristina Eidel

An Exhibition: Curated by Oriana Picciolini

10-17 September 2018

Il Laboratorio Art Gallery  – via del Moro, 49 – Rome (Trastevere)

The quintessence, according to the Greece philosophy isa fifth essence, that is added with his particular properties to the foursome earth, water, fire and air. Alessandro Arrigo and Cristina Eidel have identified it with the light. Light, has not only the meaning of lighting, but is although the principle of life and this quality turns it into motion. Flying is a motif that recurs continually in the artistic research of both artists. In the last years their common as well as their individual works, are characterized by this leitmotiv. It is closely linked to the world of dreams. Dreams with their different feeling of time, space and motion helps us to approach the world surrounding us from a different point of view. The lamps of Cristina Eidel are short poetic tales. The subtile shades transform them in Japanese lanterns.  The illustrations of Alessandro Arrigo open a particular view on the world of dreams through the lightness of flight. His last artistic research tries to bridge the gap between observer and artistic work. The viewer can illuminate his pictures touching them. His “luminous illustrations” create an intimate and very personal relationship between the artist, his work and the spectator. Following Alessandro’s idea, contemplating works of art looks more like a meeting in which the parts are approaching to get to know each other. From 2014 Eidel and Arrigo share ideas and artistic works, that has given rise to projects like “Art Hotel” by Atelier del Granaio. The furniture realized for a series of art rooms, is inspired by a common artistic concept of beauty and harmony and the effort to bring it in places of everyday life. The intensive collaboration and the union among the artist is reflected  particularly in the works displayed in the exhibition by Oriana Picciolini that’s going to be launched in Rome in September. Once more they trie to enhance communication between light and colours, pictures and lamps, to evoke an ideal place and a dream-like atmosphere. The works are related to the artistic movement of Arts and Crafts, born in Britain half of the nineteenth century. His adherents were united by a common set of aesthetics, sought to reassert the importance of design and craftsmanship in all the arts in the face of increasing industrialization, which sacrifices quality in the pursuit of quantity. Alessandro’s and Cristina’s works draw although inspiration from the ukiyo or “floating world” school of Japanese art and Hokusai’s prints. The exhibition “Quintessence” creates a new art object, amalgamating the two artists and their works. The space is composed of Cristina’s lamps, that comes down from the ceiling and fills the ground with their light and Alessandro’s revealed and hidden pictures, which has to be touched by the spectator,  creating the balance in the centre.

ALESSANDRO ARRIGO:

Alessandro is a graphic designer and illustrator born in Rome in 1967. He works as an artist in the world of mass media. Alessandro has created multi visions for several public exhibitions. He has realised the graphic design and the illustrations for some programs shown by public Italian television, Rai. At the end of nineteens he has projected the graphic design for the websites of tin.it and virgilio.it.  Alessandro works as a creative for public authorities and private organizations realising their corporate identity. He collaborates with Action Aid. From 2015 with Cristina Eidel he inspired the project “art hotel” by Atelier del Granaio and designs art objects and lamps for “Art rooms”. He realises book and disc covers. In the last years he participated in Italian and foreign solo and group exhibitions  (Paris, Barcelona, New York, London). In 2015 he shows his work “The transparency of the ghost” at the exposition “The reasons of the view” in Rome organized by Atelier del Granaio. In 2017 he has participated at the biennial of the artistic books in Naples. In 2017 with the Tevere Art Gallery by Luciano Corvaglia he takes part in a photo exhibition in Arles. In 2018 he designs the cover for the first edition of the art review  “The 7th continent Art”.

www.arrigodesign.it

Cristina Eidel

Cristina is a graphic designer, photograph and journalist born in Rome in 1967. She collaborated as correspondent and photograph with German newspapers. In 2015 she has founded with Alessandro Arrigo and Kostas Papaioannou the “Atelier del Granaio”, trying to find places, where artists can meet and exchange. The Hotel “Granaio di Santa Prassede” in Rome, located in an historical building became quickly a modern salon and platform for cultural and artistic events. In 2015 she curated the exhibition “ The reasons of the view or the photographed photographer”. In 2016 and 2017 it was followed by two editions of the exhibition “I dream, so I am. How to build ourself among dreams. “ From 2015 with Alessandro Arrigo she inspired the project “art hotel” by Atelier del Granaio and designs art objects and lamps for “Art rooms”.

Oriana Picciolini

Oriana projects and curates national and international exhibitions of art, paintings, photographs, sculptures, private and corporate events, congresses. She manages Eudaimonia Event, an association that promotes artistic events in a variety