L’idea di costruire lampade è nata quasi casualmente. Sono stati i totem, strutture parallelepipede luminose, alte 2 metri, progettate per una rassegna artistica estiva al Roma Room Hotel a ispirare l’idea. La prima lampada è stata progettata con l’aiuto di BC Progetti e di Sandra Natalizzi di Armonie d’Arredo per la mostra “Le ragioni dello sguardo e il fotografo fotografato” (19 dicembre 2014-30 aprile 2015) al Granaio di Santa Prassede. Sono nate così le lampade d’autore disegnate per l’Atelier del Granaio da Alessandro Arrigo e Cristina Eidel. 

Per la mostra “Le Ragioni dello Sguardo” Alessandro ha creato immagini come “Albero Chiave”,  “Papillo”, “Galline pop”, “Ali di bottone” e il “Nautilus”, che sono diventate icone del Granaio di Santa Prassede stesso. 

Dall’esposizione allestita per una parte nelle camere d’albergo del Granaio è nata anche l’idea di progettare stanze d’autore a tema, per le quali realizzare non solo l’illuminazione, ma anche tessuti e complementi d’arredo. Il desiderio di unire funzionalità e bellezza ha trovato così il suo sbocco naturale offrendo un volto a un determinato luogo ed investendolo di nuovi contenuti come quelli dell’incontro, del dialogo e della creatività. Questo percorso ha inoltre contribuito a ripensare e ridisegnare gli spazi di vita quotidiana e privata.